top of page

BLOG E ARTICOLI

perché discuterne è domenicano

Cerca
  • Immagine del redattoreDomini Canes

La mia storia tra FUCI e Gioventù Domenicana

Ho sempre visitato con gioia San Marco, ogni qualvolta ho trovato aperta la basilica passeggiando in centro a Firenze, la città dove da poco ho concluso i miei studi universitari, laureandomi in Giurisprudenza con una tesi di Diritto Costituzionale.

Sono sempre stato molto affascinato e guidato dalle figure di Giorgio La Pira, il “sindaco santo”, terziario domenicano e del grande arcivescovo di Firenze Sant’Antonino, entrambi lì sepolti e venerati! Ma come non ricordare anche il beato Angelico e Fra Girolamo Savonarola?! O Filippo Neri che guidato dai frati di San Marco iniziò proprio qui il lungo cammino che lo porterà a fondare l’Oratorio?!


Questo è bastato a fare di San Marco il mio luogo del cuore in quella che La Pira chiamava la città perla del mondo, Firenze! Si capisce che da qui a incontrare i frati e il gruppo dei giovani domenicani, il passo è stato brevissimo. Passo guidato dalla Provvidenza e di cui ringrazio il Signore!


Attualmente guido, come presidente, il gruppo fiorentino della F.U.C.I., la Federazione degli Universitari Cattolici Italiani. La Pira, così come Aldo Moro e Pier Giorgio Frassati sono stati oltre che terziari domenicani, anche grandi fucini durante gli anni dell’università. E a questi bisogna aggiungere frati come Enrico di Rovasenda e Reginaldo Santilli (e chissà quanti altri!) che per la FUCI hanno sempre avuto un attaccamento speciale!


L’incontro con i giovani domenicani è stato il modo per riallacciare quel dialogo ed amicizia fraterni che hanno sempre contraddistinto queste due così belle realtà ecclesiali.


Dialogo ed amicizia che preparano da sempre tempi fecondi e deliziosi frutti dello Spirito, nel solco tracciato da San Domenico e da San Tommaso d’Aquino, quest’ultimo protettore degli studenti universitari e pertanto speciale patrono della F.U.C.I.!


Gaetano

150 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

1 commento


spadafralo
26 nov 2020

Caro Gaetano,anche io sono stato un fucino proprio negli anni dal 1968 al 1972.Erano anni turbolenti ma mi hanno lasciato delle amicizie profonde che restano vive anche oggi.E da ex fucino anche io mi sono avvicinato all'ordine domenicano proprio dalla chiesa di San Marco a Firenze.E da li mi si è aperto un mondo nuovo con un orizzonte sconfinato di conoscenza e spiritualità.Così sono diventato laico domenicano e chissà che anche tu non possa vivere questa esperienza meravigliosa.


Mi piace
bottom of page